Ti mangerei di baci

Durante le feste natalizie, abbiamo avuto il piacere di condividere alcuni giorni con persone che come noi hanno deciso di vivere la propria vita portando con orgoglio la bandiera della Natura. Abbiamo passato ore a parlare esclusivamente di un linguaggio naturale presente in ognuno di noi, e lo abbiamo fatto guardando i nostri Cani - amati compagni di vita che instancabilmente ci insegnano a guardare e a capire, a rispettare e a operare con l'unico scopo di creare una meravigliosa area di rispetto e comprensione affinché le Vite possano vivere insieme in un armonico abbraccio! ... Da dove siamo partiti? dal momento della nascita per arrivare poco oltre, perchè è tutto in quei primi momenti e nell'evoluzione di quel che lì accade, che ogni Essere vivente dà di sè le notizie su chi è e su chi sarà! ... In base a questo si crea il futuro (personale e sociale) ...
La nostra scuola cinofila, è una scuola nata da una sana passione; attraverso Essa cerchiamo di trasmettere una reale coscienza e non una fittizia commercializzazione dei vari argomenti. … Le domande che ci vengono poste sono molteplici, e le più frequenti sono per risolvere determinati comportamenti relazionali fra Persone e Cani.
In questi gg abbiamo trattato, fra i vari argomenti, ''il morso'' - da dove nasce, come si sviluppa, cosa significa. … Siamo arrivati a capire la dolcezza di questa espressione e la necessità che essa venga educata e non sotterrata, perchè E’ LA PIU’ GRANDE modalità espressiva con la quale il nostro Compagno può parlarci di Lui e della sua Storia, e di noi in quanto ugualmente Animali (il termine lo usiamo sempre con un’altissima considerazione e profondo rispetto).
Paolo ed io ringraziamo, per le belle ore trascorse insieme: Marco e Stefania, Isabella, Hillary e Mirko ... Kobe e Wara, Pan e Greta, Lika e Furia ... <3

Con l’intenzione di scrivere un articolo in occasione di questo argomento, abbiamo fatto delle ricerche per capire quale fosse l'esperienza di tecnici e studiosi, sull'argomento ... la scoperta più importante riportata è stata: IL FALLIMENTO DELLA CONOSCENZA UMANA!

Che i sapiens erano dei ''cretini'' lo sapevamo già, che erano dei personaggi cretinamente patologici pure, ma non fino a questo livello!!! ... Loro associano tutto a disturbi, a piacere fisico e a violenza … il tutto, in coloro che si preoccupano di certe spinte emotive, viene condonato e trasformato in eccedenti tenerezze, così i disturbi esistenziali rimangono nelle stanze private chiamate ‘’cessi’’!!!


‘’Il morso e il bacio’’

Ti mangerei di Baci, non è una bestemmia e non è:
- Ecco quello che si dice! ‘’…Quindi in pratica quando volete mordere il vostro bimbo è perché letteralmente non sapete gestire dal punto di vista emozionale quanto bello sia e la voglia spesso irrefrenabile di mordicchiare, schiacciare, stropicciare il bimbo, il suo visino o le sue manine è l’esplicazione pratica di come il cervello gestisca la troppa dolcezza, la troppa tenerezza e la troppa bellezza che in quel momento voi riscontrate nel bimbo.
Dunque è una sorta di riequilibrio emozionale che ci permette di non “impazzire” di fronte alla tenerezza dei nostri figli e dei loro sguardi.

Fondamentalmente questa ricerca ci tranquillizza perché effettivamente, come molte mamme possono testimoniare, alle volte sembra proprio irrefrenabile il desiderio di sbaciucchiare e mangiucchiare i nostri bimbi al grido di “guarda che tenero!” oppure “quanto sei bello” oppure il più esplicativo “guarda che guanciotte, sei tutto da mangiare!” – Oriana Argon

…e come lei, a fantasticare ci sono anche i vari Freud e Geni diversi (con macabre e psicotiche evoluzioni sull’argomento), uguali tutti quanti per vedere solo quel che la depravata mente umana vede, senza porsi minimamente il quesito ‘’ da dove nasce tutto?’’

Ti mangerei di baci:
- "Quando si sente il bisogno di mordere la persona amata, significa che il sentimento che si prova è così forte da non essere in grado di controllarlo.
Alcune persone pensano che mordere le labbra di un'altra persona sia un atteggiamento di sadomasochismo, ma non ha niente a che fare con ciò o qualcosa di negativo, è solo una reazione scatenata dalla passione che provi per l'altro.

I ricercatori sottolineano che nei casi in cui non è possibile contenere il desiderio di mordere le labbra del partner e mordere quando si bacia, significa solo che è un altro modo per mostrare amore e passione per esso.
E' stato dimostrato, inoltre, che l’odore dei bambini sia così piacevole da far scattare nel cervello lo stesso meccanismo che si instaura di fronte a bel piatto di lasagne.

“Sei una persona squisita”, “la passione divora”, “mangiare di baci”, in questi modi di dire si celano significati evidenti, che uniscono indissolubilmente due peculiari attività umane apparentemente lontane: il cibo e il sesso.

In realtà esse stimolano con la stessa potenza tutti i sensi del corpo.

Freud è stato il primo ad associare in modo diretto questi due ambiti, poiché fame e desiderio sessuale sono pulsioni istintive e influenzano i comportamenti degli uomini in maniera più o meno consapevole. L’istinto di sopravvivenza ci spinge a mangiare e a perpetrare la specie con la sessualità; per questa ragione il padre della psicoanalisi le definiva “pulsioni di Autoconservazione” ed ecco perché il legame fra sesso e cibo è molto forte e presente nella cultura di ogni popolo e in ogni epoca storica.

Per argomentare meglio possiamo anche scomodare le Religioni: nella Bibbia il peccato originale commesso da Adamo ed Eva è simboleggiato dal consumo di un frutto tentatore, che ha fatto scoprire agli Uomini la carnalità
Molti sono i punti in comune tra i due argomenti: sono piaceri intensi ed appaganti, sono simbolici, sono indispensabili per la sopravvivenza e per la perpetrazione della Specie

Nei clan dei nostri antenati, e tuttora in molte specie di Primati, il sesso e l’offerta di cibo servono a riconoscere la leadership del maschio “Alfa”, che ha accesso libero a tutte le femmine del branco e al nutrimento e a stemperare le tensioni tra individui.

Gli umani sono andati oltre la necessità e l’istinto e hanno inventato l’erotismo e la gastronomia
Parlando di esseri umani le degustazioni toccano sponde al di fuori di ogni logica naturale: “Vampirismo psicologico” - una forza della psiche che spinge a depredare e a sottrarre ad un’altra persona energia. La forza rubata va a sommarsi a quella che il “vampiro” già possiede e che egli vuole enormemente ingrandire.
Quindi si tratta anche di sottrarre all’altro, amante, coniuge o compagno/a etc. tutta l’energia spirituale che possiede e di appropriarsene per ripristinare, nella propria anima, una potenza psichica che si è andata attenuando. In questo senso il “vampirismo” acquista una fisionomia molto più ampia e i vampiri possono essere tutti coloro che operano in modo da togliere l’energia dell’altro e farla propria.

Unitamente a tali funzioni del vampirismo psicologico, si può aggiungere l’esistenza di un elevato sentimento di sé che non corrisponde alla realtà, ed è amplificato dal desiderio di estromettere gli altri e di focalizzare la propria attività psichica soltanto o principalmente sulla propria persona e soprattutto sul proprio Sé. È quello che va sotto la voce di disturbo narcisistico di personalità. Ciò comporta anche un’elevata considerazione di sé, un’indifferenza per gli altri e atteggiamenti egocentrici portati ad estreme conseguenze.
Da qui il convincimento della superiorità del soggetto che crede di poter divorare l’altro e succhiarne gli elementi di vita, e di esserne il padrone assoluto. In tale atto c’è l’aspetto di un’esasperata nutrizione di sé e della propria personalità a scapito di quella altrui.

Questa particolare funzione è propria di ogni forma di condizionamento.

Inoltre, spiega lo psicologo dottor Mark Griffiths, mordere ci sciocca perché implica l’uso di una parte intima e morbida del corpo, che di solito associamo al piacere. E qui tocchiamo uno dei cardini delle teorie di Freud. Secondo ciò che affermava il padre fondatore della psicanalisi, tutto il piacere sessuale e tutte le ansie sono radicate in diversi periodi dell’infanzia, il primo dei quali è la fase orale, quando i bambini esplorano il mondo attraverso la loro bocca. I bimbi ai loro primi passi spesso continuano a mordere per attirare l’attenzione, e continuano a farlo finché uno dei genitori non gli insegna a fare altrimenti. Il comportamento appreso nella fase orale dello sviluppo è la spiegazione, ritengono i freudiani, di tutto – dalla predilezione a masticare le matite fino al vampirismo più maturo. Non è una coincidenza che Freud abbia scritto il suo lavoro fondamentale sulle teorie psicosessuali a circa un decennio dal “Dracula” di Bram Stoker. Il vampiro, che diffonde paura in una società sessualmente repressa, è una metafora potente. E il genere non è mai uscito di scena per lungo tempo, con i vampiri che trovano nuova linfa (in forma più annacquata) nella saga di “Twilight”.

La linea fra piacere e dolore non è mai così sottile come quella data da un morso. Come tutte le pratiche sessuali, esiste un termine tecnico: ottenere piacere dal mordere o dall’essere morsi è detto odaxelagnia. E’ un atto fra due adulti consenzienti, o fra teenager che sperimentano “i morsi dell’amore”. Diventa più problematico quando la metà della coppia non ha diritto di parola sulla questione. Il dottor Michael Bloomfield, membro del team di ricerca clinica dell’Imperial College di Londra, ha detto: “Mordere implica mettere una parte del corpo di qualcun altro nella tua bocca, è un atto di cannibalismo. Ciò non vuol dire che tutti quelli che mordono sono cannibali, ma a livello più profondo, psicologico, tutto ciò ci ricorda il cannibalismo, ed è per questo che lo troviamo così scioccante. ... "


E ora i tecnici del settore ‘’Cani’’! –

Semplici ‘’Educatori’’ - ‘’Il cane morde perché usa la bocca per esplorare il territorio che lo circonda... sfogarsi... farsi i denti... rilassarsi... alleviare la noia...ansia... mancanza di educazione … -
…e ‘’ Educatori con dottorati’’ A parte gli episodi legati ad aggressioni o difesa, il cane ha la necessità etologica di usare i denti e di stringerli su qualcosa.
Il bisogno di mordere, da parte del cane, nasce dal fatto di appartenere al gruppo dei predatori, le specie animali che, in natura, devono cacciare per sopravvivere.
Cio` significa individuare una preda, avvicinarsi, inseguirla e attaccarla per ucciderla, con i denti, per poi nutrirsene, sempre utilizzando la bocca.
E quella del nostro cane e` ben attrezzata allo scopo: dispone di ben quarantadue denti, affilati, robusti e di significative dimensioni.
Denti idonei ad afferrare, lacerare, tagliare e triturare, anche le ossa. Denti in grado di esprimere una forte pressione grazie ai muscoli temporali e ai muscoli masseteri, capaci di esercitare una forza sorprendente, anche nei cani d ii piccola taglia.
Non potrebbe essere altrimenti, se pensiamo che il lupo ha sviluppato abilita` di caccia e uccisione che gli hanno permesso di sopravvivere per millenni, nonostante le infinite difficolta`, e che ha trasmesso in tutto o in parte queste doti al suo solo "figlio" domestico, il cane.
Nessuna sorpresa, quindi, se il nostro amico, pur non dovendo cacciare per sopravvivere, tende istintivamente a mordere e masticare diversi tipi di oggetti di vario genere, inclusi mobili o vestiti.

.........!!!!!!!BASTA!!!!!!!.......


Ti mangerei di baci: questa è la spiegazione di noi “non titolati”

Vi rendete conto che tutto quello che viene riportato dagli ‘’studiosi’’ non è altro che una serie di schizofrenici disturbi mentali propri di una Specie malata ogni oltre possibilità di guarigione?!!!?
Il morso, la positività del morso non è altro che il piacere nato nell’Infante/Cucciolo nel primo periodo dell’attaccamento; usando la bocca, il Piccolo ha gustato un ‘’nettare’’ che non solo ha gradito come gusto, altresì ha appagato un suo bisogno fisiologico; giorno dopo giorno, crescendo, il Piccolo ha modificato il suo fisico, e per far sì che ciò potesse accadere (crescere), dobbiamo cercare ‘’la casuale’’ nel mangiare; logico è che anche nella sua bocca ci sono stati dei cambiamenti perché, crescendo, il solo latte non sarebbe più bastato! … ed ecco che spuntano i denti! … la suzione non è più delicata e la masticazione ne prende il posto. Il cibo cambia ma il piacere rimane! …

Parlando di Animali diversi dall’uomo, parlando di Cani, ecco che notiamo che il nostro Cucciolo comincia a mostrarci manifestazioni sociali diverse. Stiamo parlando dell’uso della bocca, delle manifestazioni attraverso la bocca, organo che permette di sfamarsi e permette di trattenere, permette di pulire, permette di dire ‘’tantissime cose’’ in un crescendo di atti e potenza di questi!
In un crescendo vuol dire: in una dimostranza di emozioni che sviluppano intensità ed energia, ricche di significati fra i quali anche quelli ‘’affettivi’’.

Ti mangerei di baci non è altro che il crescendo di un atto che è collegato a qualcosa nato in maniera positiva. Quando dico ‘’nato’’ intendo ‘’all’origine’’, intendo proprio l’atto fisicamente attuato e non ciò che è generato da sentimenti prodotti da un crescendo psicotico umano!!!

Che il popolo degli uomini voglia accettarlo o meno: ''durante la suzione, ci alimentiamo con un qualcosa che è parte dell'organismo di nostra Madre, che è prodotto dal suo organismo appositamente per noi; un così probo intento non può che generarne un altro altrettanto nobile dal quale partirà positività!''

Possibile che era tanto difficile da partorite per tutti sti studiosi patentati?!!!!!!!?

Link degli articoli da cui riportati alcuni tratti -

https://www.universomamma.it/ti-mangerei-di-baci-la-scienza-spiega-perche/ - https://www.radiomontecarlo.net/news/extra/1211619/Perche-mordiamo-le-persone-che-amiamo.html - https://italiafeed.com/ecco-perche-non-puoi-evitare-di-mordere-chi-ami - https://www.mozzafiato.info/2019/04/ti-mangerei-di-baci/ - https://www.medicitalia.it/blog/psicologia/4742-ti-mangerei-di-baci.html - https://www.petpassion.tv/blog/educare-cane-morde-19083 - https://best5.it/post/capire-il-nostro-cane-il-suo-bisogno-di-mordere-tra-piacere-e-necessita/ -

 

torna indietro