DALLE FAVOLE ALLA REALTA’

Fin dai primi anni di vita, il Bambino è abituato a trovare insegnamenti permanenti in figure che lo accompagneranno per la vita intera. Gli Animali sono i protagonisti delle Storie più simboliche; quelle per cui il Bambino si batterà sempre.
Sentimenti importanti prendono vita, e dentro l’animo del Bambino inizia la formazione del Bene e del Male, del Rispetto, dell’Uguaglianza e dell’importanza del trionfo della Giustizia.

Fin da piccoli, ci abituano ad apprendere i ‘’fatti della vita adulta’’ attraverso Favole e Racconti molto particolari; storie ricche di ‘’Attori’’ fuori dal comune. Mediante immagini mostrate nelle forme di possibile normalità, passando attraverso la narrazione di successive situazioni necessariamente esagerate per evidenziare i fatti, apprendiamo i comportamenti che non si devono tenere nelle relazioni sociali e i comportamenti altresì consigliati.

Il più delle volte, attraverso quei Racconti, ci hanno insegnato a vedere ‘’il Male’’ nei comportamenti degli Animali selvatici, denominati ‘’Bestie feroci’’, cacciatori di chiunque si fosse trovato sul loro cammino, e nei comportamenti di alcuni uomini diversi da quelli che si incontravano nella routine giornaliera.
Contrariamente a questo, ci hanno insegnato a vedere il ‘’Bene’’ negli Animali domestici e in persone ritenute speciali, quali: Principi o anche semplicissimi Braccianti purché avessero caratteristiche simili alla gente che comunemente abitava il nostro quotidiano.

La positività delle Storie (a parte le orribili forme di razzismo e specismo che di positivo non hanno assolutamente nulla), sta nelle espressioni assunte dai Personaggi, perché è nelle espressività del linguaggio che viene alla luce il sentimento.
Mediante questo semplicissimo modello comunicativo, è possibile trasferire in chi osserva / ascolta, dati di rilevanza sociale.

''...''

Analisi di una Favola che ha influenzato una miriade di Fanciulli

dal libro ‘’A TE’’ Educazione Naturale - Progetto Scuola Ambiente
pag. 175 / 177 - Tornando alle Fiabe di un tempo lontano, vorrei spendere ancora qualche minuto per mostrare una singolare ‘’ulteriore riflessione’’ con conclusione didattica di una certa entità, che mi ha portata a vedere la Favola di Cappuccetto Rosso e il Lupo Cattivo, con occhi più grandi e veritieri:
- L’effige del Male, è nella molteplicità dei casi, il Lupo. E la Favola più rappresentativa è senz’altro ‘’Cappuccetto Rosso’’.
Attraverso questo racconto, vorrei mostrare riflessioni fiorite da una visione più ampia rispetto agli insegnanti ricevuti fino ad ora.

’’Cappuccetto Rosso’’
- La storia di una Bimba che attraversa il bosco, per andare a trovare la Nonnina malata.
Cosa rappresenta realmente il Bosco? … Chi è il famigerato Lupo Cattivo? …
Cappuccetto Rosso e il Lupo Cattivo … da sempre vediamo la Favola immaginando l’incontro in maniera a dir poco terrificante … Nel piccolo video che seguirà, Cappuccetto Rosso è l’eroina che ci illustra esattamente cos’è il Bosco e chi è il Lupo.
Ella è una Bimba la cui Mamma, prima di farla uscire di casa, ha raccomandato di non dare confidenza agli estranei, e ha messo in allerta sulla presenza, nel Bosco che avrebbe dovuto attraversare per giungere dalla Nonnina, di un Lupo Cattivo.

Ma il Bosco è veramente un Bosco? … e chi c’è veramente in questo Bosco? … chi è veramente il Lupo Cattivo?

''...''

Parlando sempre di insegnamenti, nella realtà degli anni delle rivoluzioni adattative (e di coscienza, aggiungerei), il progresso vuole che si dimentichi il Cane come l’Amico di sempre e si identifichi quest’ultimo in qualcun altro o ‘’qualcos’altro’’.

Chi o cosa diventa l’Amico del cuore?
Egli diventa: un Essere mancante di Vita in senso biologico, ma ‘’vivo’’ nel nome della Scienza intesa come evoluzione e forza reale onnipresente!
Ci troviamo perciò attorniati da parti meccaniche sempre più complesse e sempre più piccole, tanto piccole da entrarci nei corpi per ‘’vigilare’’ su noi dal nostro interno.
Fra i protettori, le forme più osannate, sono le nano particelle (quelle che ci iniettano nel corpo), i robot con le stesse sembianze dell’uomo e robot con sembianze di coloro che per ‘’una vita’’ sono stati al nostro fianco: i Cani.

Ma è veramente tutto positivo quello che sta cambiando la nostra realtà, o sono solo le Favole ad aver cambiato il costume ai protagonisti ‘’cattivi’’?

- Approfondiamo il discorso:

‘’AMICI ROBOT E NANO PARTICELLE CHE CHIEDONO L’AGGIORNAMENTO DATI’’

DALL’UMANO AL TRANSUMANO: IL VATICANO “PERFEZIONA” L’OPERA DI DIO?
Stiamo andando rapidamente verso un mondo orribile, dove l’essere umano, con le sue debolezze, le sue gioie e i suoi dolori, le sue esperienze, che sono il vero senso della vita, sarà sostituito da una sorta di ibrido, una sorta di robouomo, tutto testa e niente sentimenti, tutto corpo e niente anima, tutto razionalità e niente spiritualità.


La materialità
Spesso la materialità conduce le persone verso la perdita della cognizione sociale, interpretando la società come ‘’un nucleo di rivali o potenziali acquirenti / consumatori della materialità’’.
Il rivale, non c’è dubbio, deve essere eliminato o se, ‘’di un certo calibro’’, si deve cercare di assoldarlo; mentre il numero crescente di ‘’consumatori’’ è certo che porti ad un incremento della materialità e della sua importanza. E tanto più diventa importante (la materialità), tanto più si inaridisce colui che di materialità vive e al contempo si rafforza nella esperienza mentale (potremmo riconoscere una forma espressiva dell’egoistico egocentrismo).


‘’Nella Materialità trovo la Forza per soffocare i miei sentimenti.
Nella Materialità trovo la Forza per soffocare la sofferenza del Prossimo
trasformando l’Umanità in un bieco consorzio di byte che attraverso
un periodico aggiornamento sopravvivrà all’Eterno.
Nella Materialità trovo la salvezza del Mondo’’.

- Il nuovo Salvatore, artefice dell’organizzazione logistica mondiale. -

Questi sono alcuni cenni di quanto esposto nell'articolo clicca sulla freccina e scarica il pdf
- LEGGI TUTTO L'ARTICOLO -

Quando un Cucciolo entra nella vita di un Bambino,
fra i due si crea un legame così forte da far nascere un’Amicizia che durerà per sempre.

 

torna indietro